A teatro con Giulia! I cinque teatri italiani più celebri

Si sa che il teatro è una delle cose che rende l’Italia famosa nel mondo. Vediamo quindi quali sono i cinque teatri italiani più celebri.

Cominciamo dalle basi. Innanzitutto si dice “andare a teatro“, con la preposizione semplice “a“. La preposizione si articola nel momento in cui specifichiamo il nome del teatro. Ad esempio: “vedere uno spettacolo al Teatro Bellini di Catania“.

Ma quali sono i cinque teatri italiani più famosi? Ecco una rapida carrellata!

La Scala di Milano

Il teatro più rinomato d’Italia è senza dubbio la Scala. Il teatro è stato inaugurato nel 1778. Il suo vero nome è “Teatro alla Scala“. La sua costruzione risale infatti ai tempi dell’Imperatrice Maria Teresa d’Austria, che lo fece costruire al posto della chiesa di Santa Maria della Scala.
Tutte le stagioni della Scala di Milano si aprono il 7 dicembre, il giorno della festa di Sant’Ambrogio, il santo patrono di Milano. È la cosiddetta “Prima“, che è un evento sensazionale per il panorama politico e culturale della città. Pensate che ad ogni prima della Scala partecipa anche il Presidente della Repubblica.

Il Teatro Massimo di Palermo

È stato inaugurato nel 1879, ed è il terzo teatro d’opera europeo, dopo l’Opéra Nationale di Parigi e la Staatsoper di Vienna. Il Teatro Massimo sorge su piazza Giuseppe Verdi e separa il centro storico dalla parte più moderna della città.
Sull’architrave del portico c’è una citazione che recita: “L’arte rinnova i popoli e ne rivela la vita. Vano delle scene il diletto ove non miri a preparar l’avvenire“. È un monito che spiega che il teatro, anche se bello, non serve a molto se questo non spinge gli spettatori a riflettere sul passato e sul futuro.
Oggi, ogni anni, per la parata del Pride, le colonne del Teatro Massimo si colorano sempre con la bandiera arcobaleno.
Infine, sulla scalinata del teatro è stata girata la scena finale de Il padrino – Parte III.

La Fenice di Venezia

È stato inaugurato nel 1792. Nei primi anni dell’Ottocento fu visitato addirittura da Napoleone. Per l’occasione, la sala del teatro fu decorata di celeste e argento, secondo lo stile impero dell’epoca. Dopo la visita di Napoleone ci fu un grande ballo.
È stato sede di prestigiose prime assolute di Verdi, Donizzetti, Rossini e Bellini.

Ha subito ben due incendi, e così è stato ricostruito due volte. Il suo nome quindi è proprio azzeccato: come la fenice infatti, il teatro è risorto ben due volte dalle sue stesse ceneri. Il primo incendio fu nel 1836. Il secondo invece fu nel 1996. Il teatro riaprirà solo nel 2003. Alla riapertura sono presenti il Presidente della Repubblica, il Sindaco di Venezia e il Presidente della Regione Veneto. Inoltre, la prima viene trasmessa in diretta televisiva. A dirigere l’Orchestra e il Coro de La Fenice, c’è il grande maestro Riccardo Muti.

Il Teatro Petruzzelli di Bari

È stato inaugurato nel 1902. È il quarto teatro d’Italia e si trova nel pieno centro di Bari.

Nel 1991 fu incendiato da un criminale. La cupola è collassata, soffocando le fiamme, e solo per questo il teatro si è salvato dalla distruzione totale.
Per una strana ironia della sorte, l’ultima opera messa in scena al Petruzzelli prima del terribile incendio fu la Norma, che si conclude con un incendio, dato che la protagonista muore tra le fiamme con il suo amato.
Il teatro è stato aperto nuovamente nel 2009. Per l’occasione è stata eseguita la Nona sinfonia di Ludwig van Beethoven.

Il San Carlo di Napoli

È stato inaugurato nel 1737, e così è il teatro più antico d’Europa con 280 anni di attività. È stato fatto costruire da re Carlo III di Borbone, da cui prende il nome.
In questo modo, re Carlo III introduceva la tipica pianta dei teatri italiani, la pianta a ferro di cavallo, che assomiglia un po’ a una U.

Il teatro è collegato al palazzo reale di Napoli attraverso un passaggio segreto con cui il re, attraverso una porta nascosta, poteva entrare direttamente nel palco reale senza uscire per strada e camminare tra la folla.

Se questo articolo vi è piaciuto, fatemelo sapere nei commenti qui sotto, mettete mi piace, e condividetelo sui vostri social 👇

Infine, vi ricordo che potete contattarmi per prenotare le vostre lezioni di italiano e iniziare a studiare l’italiano online con me!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: